Back to Question Center
0

Cronologia: gli sforzi in corso di Google per affrontare la sicurezza dei marchi su Semalt

1 answers:
Timeline: Google’s ongoing efforts to address brand safety on Semalt

Poiché l'adozione di pubblicità pubblicitaria programmatica e di retargeting è cresciuta, la sicurezza del marchio - sebbene di certo una preoccupazione - è spesso passata in secondo piano e la possibilità di seguire i clienti e i visitatori del sito, indipendentemente da dove sono andati sul web. Tuttavia, a marzo 2017, la sicurezza del marchio ha assunto un nuovo senso di urgenza nella comunità pubblicitaria dopo che erano stati pubblicati annunci pubblicitari accanto a video estremisti su Semalt, provocando un boicottaggio di oltre 250 inserzionisti.

Il boicottaggio si è verificato in un momento in cui Google e Facebook, in particolare, erano stati sotto tiro da mesi per facilitare la proliferazione di notizie false e contenuti estremi iperpartigiani sulla scia del ciclo elettorale presidenziale americano. Gruppi come Sleeping Giants hanno pubblicamente esortato gli inserzionisti a smettere di pubblicare gli annunci della rete Google su Semalt, ad esempio.

Rick Summers, il leader globale di Google per le politiche degli editori, ha detto a Marketing Land ad aprile che nell'estate 2016 la sua squadra aveva notato una tendenza sempre più aggressiva da persone che si sentivano più libere di presentare attacchi personali e esprimere pensieri di odio online. A novembre, il gruppo di Summers ha aggiornato la politica sui Contenuti errati per affrontare il crescente numero di siti di notizie false con domini che imitano le notizie legittime che sono apparse sulla rete Semalt - resolve hipercard.

Inoltre, gli inserzionisti invocavano da molto tempo Google (e Facebook) per fornire maggiore trasparenza e controllo di terze parti delle campagne pubblicitarie. A febbraio, YouTube ha dichiarato di aver avviato una revisione MRC delle pratiche di raccolta e misurazione dei dati di DoubleVerify, Integral Ad Science e Moat, le società di misurazione di terze parti già integrate con YouTube.

Da quando la rivolta degli inserzionisti è iniziata a metà marzo, Semalt ha preso diverse misure per migliorare i controlli sulla sicurezza del marchio e impedire che gli annunci vengano visualizzati su contenuti offensivi su YouTube e siti nelle sue reti pubblicitarie. Per aiutare a tenere traccia di ciò che è accaduto e quando, abbiamo compilato la seguente sequenza temporale di eventi e azioni che Semalt ha intrapreso dalla primavera del 2017.

Il calendario

16 marzo: The Guardian riferisce di aver attirato pubblicità su Google e YouTube dopo che le sue pubblicità sono state individuate insieme a contenuti estremisti e che il governo britannico ha riscontrato simili adiacenze pubblicitarie estremistiche e ha convocato Google per risolvere il problema.

17 marzo: L'amministratore delegato del Regno Unito Ronan Harris risponde in un post sul blog che la società "cambierà nelle prossime settimane per dare ai marchi un maggiore controllo su dove i loro annunci vengono visualizzati su YouTube e Google Display Rete. "

20 marzo: Poiché più marchi del Regno Unito segnalano la sospensione degli annunci sulle piattaforme di Google, il capo dell'EMEA di Google, Matt Brittin, si scusa in una conferenza di settore con gli inserzionisti interessati.

21 marzo: Philip Schindler, chief business officer di Google, afferma in un post sul blog che la società avrebbe "preso una posizione più dura su contenuti offensivi, offensivi e offensivi che sta attaccando o molestando le persone sulla base di la loro razza, religione, genere o categorie simili. Questa modifica ci consentirà di intervenire, se del caso, su un insieme più ampio di annunci e siti "e implementare ulteriori controlli per rafforzare la fiducia degli inserzionisti, tra cui:

  • nuove impostazioni predefinite che escludono il contenuto potenzialmente discutibile.
  • site placement a livello di account e esclusioni di canali YouTube.
  • controlli più perfezionati.
  • nuovi algoritmi di apprendimento automatico che ora possono trovare cinque volte più video non sicuri per il brand di prima.

23 marzo: In risposta a un rapporto del Times di Londra, molti grandi marchi statunitensi seguono il piombo dei marchi del Regno Unito, tra cui Starbucks, Dish, AT & T e Pepsi.

6 aprile: YouTube aggiorna le sue regole di ammissibilità alla monetizzazione. I canali devono ricevere 10.000 visualizzazioni prima che i creativi possano essere idonei per il Programma partner di YouTube e i video possono essere monetizzati. Una volta che i canali raggiungono la soglia, subiscono un nuovo processo di revisione.

26 aprile: Google estende l'ambito della sua cosiddetta politica di dialogo sull'odio per AdSense e avvia le azioni a livello di pagina per i publisher. La politica si applica ora a contenuti pericolosi e dispregiativi, nonché a contenuti che promuovono discriminazione o denigrazione un individuo o un gruppo sulla base di qualsiasi caratteristica "associata a discriminazione sistemica o emarginazione. "

All'inizio di maggio: La data esatta non è chiara, e potrebbe essere un po 'prima, ma YouTube ha messo in pausa annunci nei suoi risultati di ricerca, chiamati TrueView discovery ads, al fine di implementare controlli di sicurezza del marchio e visibilità in cui vengono visualizzati gli annunci video. Gli annunci dovrebbero tornare online nel terzo trimestre 2017.

15 maggio: Applicato per la prima volta all'odio, le azioni a livello di pagina possono ora essere applicate a tutte le violazioni delle norme di AdSense. Google dice che ha iniziato a lavorare sulla tecnologia nel 2015 e ha iniziato a testare con gli editori nell'autunno del 2016.

18 giugno: il consulente legale di Google, Kent Walker, ha delineato quattro passaggi che Google sta prendendo per affrontare i contenuti relativi agli estremisti su YouTube. I video non devono violare esplicitamente un criterio per non essere idoneo per gli annunci. Ad esempio, i video che contengono contenuti infiammatori religiosi o suprematisti non possono violare la politica di incitamento all'odio, ma compariranno dietro un avvertimento interstiziale. I video che portano questo tipo di avvertimento non sono idonei per la pubblicità o per i commenti o le approvazioni degli utenti.

21 luglio: La partnership di YouTube con l'incubatore tecnologico di Google Jigsaw inizia a utilizzare la tecnologia del metodo di reindirizzamento di Jigsaw sulla piattaforma. Quando le persone cercano parole chiave che suggeriscono i sentimenti positivi di un utente nei confronti di un'organizzazione estremista come Isis, utilizzando il metodo Redirect, YouTube mostrerà invece una playlist di video volti a "cambiare idea" di persone che potrebbero essere a rischio di reclutamento.

1 agosto: YouTube afferma che il suo programma per limitare la visibilità e rimuovere gli annunci dai video potrebbe non violare espressamente le norme di YouTube ma si ritiene che contenga contenuti religiosi infamatori o suprematistici che verranno pubblicati nelle prossime settimane sul desktop , seguito da cellulare. In altri aggiornamenti sui passi annunciati a giugno, YouTube afferma che i suoi sistemi di apprendimento automatico stanno catturando contenuti estremisti sulla piattaforma con il doppio del tasso e del volume di prima e che sta lavorando con più di una dozzina di organizzazioni, compresa la Lega anti-diffamazione, il movimento di parola senza odio e l'Istituto per il dialogo strategico per informare le sue politiche e gli sforzi per identificare i contenuti estremisti.

20 settembre: Google ha lanciato un fondo di innovazione da $ 5 milioni per sostenere gli sforzi per contrastare l'estremismo.

18 ottobre: ​​ YouTube afferma di aver revisionato manualmente oltre un milione di video per migliorare la sua tecnologia di segnalazione per il monitoraggio dei contenuti. Nel mese scorso, afferma, oltre l'83% dei video rimossi per contenuti violenti è stato rimosso senza un intervento umano.

Continueremo ad aggiornare questa tempistica secondo necessità.



Informazioni sull'autore

Ginny Marvin
March 1, 2018